Agosto, prodotto del mese: Cous Cous

Il cous cous, chiamato in Palestina maftoul, è unico al mondo. Si ottiene tramite lavorazione artigianale, con tecniche semplici ma raffinate, che vengono tramandate da generazioni. Il pregiato grano duro integrale, chiamato hambar, viene mescolato al grano tenero spezzetato, bulgur, quindi si aggiungono acqua e sale e con movimenti rotatori delle mani si impasta la semola ottenendo i granelli di cous cous. Questi vengono successivamente setacciati, essiccati e cotti al vapore.

Il grano viene acquistato dalle cooperative di donne a Jenin (Aaqqaba cooperative, Tubass cooperative e Al Yamooun cooperative), e viene lavorato dalle donne della cooperativa Al Mahtas nel campo profughi di Gerico. Sono donne che vivevano in zone ora occupate da Israele. Per una donna avere un lavoro significa non solo possedere una fonte di reddito, spesso l’unica fonte per la famiglia, bensì significa anche ottenere un riconoscimento sociale nella comunità. Inizialmente la produzione di cous cous avveniva a Gaza ed erano coinvolte circa 200 famiglie. Dopo la chiusura delle frontiere nel 2007 e il conseguente isolamento di Gaza, PARC si è trovata costretta a spostare la produzione a Gerico in Cisgiordania.

 

>> IL PRODOTTO

 

>> PARC Palestinian Agricultural Relief

 

 >> IDEA RICETTA ESTIVA

 

 

>> PALESTINA: CONOSCIAMO UN PO' DI PIU'

 

DOVE LO TROVI?

 

Non solo lo trovi nelle nostre Botteghe ma se vuoi degustarlo con Ricette originali e gustose provalo in questi locali:

Angolo Divino se sei a Rimini

Pastrocchio se sei a Riccione

 

Torna alle news »